Assestamento di bilancio… i dubbi del M5S

Prima di analizzare i punti discussi all’odg ci preme sottolineare, al di là della questione di illegittimità pure sollevata dalle minoranze, l’esiguo lasso di tempo riservato ai consiglieri per approfondire le analisi della documentazione fornita dall’ufficio di presidenza solo contestualmente all’invio della convocazione avvenuta qualche giorno prima. Eppure gli argomenti riguardanti l’assestamento e il riconoscimento dei debiti fuori bilancio rivestono un’importanza tale da necessitare uno studio attento e puntuale. A maggior ragione se si considera che il sindaco D’Apollonio  ha affermato di aver preso contezza di tali debiti addirittura prima della proclamazione degli eletti che è avvenuta oltre un mese fa.

La maggioranza, in accordo con gli uffici competenti, ha deciso di apportare variazioni al bilancio ipotizzando di riscuotere in maniera certa crediti di dubbia esigibilità, si parla nel concreto di ruoli esecutivi per sanzioni elevate per violazioni al codice della strada. Parliamo di una somma di circa 1.100.000 euro. Ora le domande sorgono spontanee:

  1. Si tratta di sanzioni elevate nel corso degli ultimi anni che non erano state regolarmente iscritte al bilancio. Per quale motivo? Inezia? Opportunità politica? Incompetenza?
  2. Si adegua un bilancio inserendo crediti di difficile esigibilità. Può permettersi un ente capoluogo di provincia un azzardo tale?
  3. Se non avessimo scoperto questi crediti sconosciuti, che hanno permesso oltretutto la copertura dei debiti fuori bilancio, in che modo avrebbe fatto fronte la maggioranza a tale necessità?
  4. Come mai questi crediti sono spuntati fuori solamente ora? Ce ne saranno ancora all’abbisogna? Abbiamo un cilindro magico nascosto nelle segrete stanze del comune?
  5. Ma soprattutto, chi vuole farsi carico del lodo spinosa che arriverà presto a conclusione del suo iter giurisprudenziale e che potrebbe punire il comune con l’esborso di 5.000.000 di euro, solo parzialmente coperti da una fondo vincolato di 2.000.000 di €?
  6. E dulcis in fundo, l’ufficio tributi e l’ufficio legale, più volte bersagliati da moniti dei revisori dei conti il primo sulla totale passività nel recupero dell’evasione, il secondo nel fornire dati certi sullo stato delle controversie a rischio soccombenza: infatti a tanto sollecitato, l’ufficio legale in molte occasioni non ha mai fornito le relazioni sullo stato dei contenziosi. Chi se ne farà carico?

Altro argomento scottante è quello riguardante il trasporto pubblico locale. Come riferito dal segretario generale sono stati commessi presunti illeciti dai partecipanti alla gara d’appalto indetta per l’affidamento di tale servizio, tanto che  il comune ha richiesto ed ottenuto l’annullamento in autotutela. Ma non è tutto qui: lo stesso corre il rischio di vedersi recapitato una richiesta di risarcimento danni a causa della  non corretta formulazione del bando. Ad oggi il servizio continua comunque ad essere svolto dalla società vincitrice della gara annullata, ma senza contratto (altra cosa gravissima) non ricevendo pagamenti puntuali, che determinano difficoltà nel pagamento delle spettanze e dei relativi obblighi contributivi. Ne consegue che la società è in possesso di un DURC irregolare che teoricamente dovrebbe bloccare ogni pagamento successivo: una situazione che nemmeno Franz Kafka avrebbe osato immaginare.

Nel corso della seduta trova spazio anche un fuori programma che i consiglieri di entrambi i fronti decidono di iscrivere di fatto all’odg: il caso Cosmo Tedeschi. Il consigliere ex PD (?) durante le dichiarazioni di voto esprime il proprio voto favorevole all’assestamento ribadendo la disponibilità del proprio gruppo ad un percorso politico (?) organico all’interno della maggioranza.

Testo dell’intervento Cosiglio_comunale_29_07_2016

Il video del nostro intervento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *