Scuole sicure e cattedrali nel deserto..

Come si sperperano le tasse pagate dai Cittadini…

In queste ultime settimane mamme, padri e figli stanno protestando contro l’Amministrazione Provinciale di Isernia affinché siano garantite agli studenti scuole sicure in caso di terremoti o altre calamità naturali. Molti amministratori locali, compreso il Presidente Coia, sostengono che “soldi non ce ne sono” ma vogliamo sottoporre all’ attenzione dei Cittadini quello che purtroppo accade molto spesso in Molise: lo sperpero di denaro pubblico per opere inutili mentre almeno da 14 anni, ovvero almeno dalla tragedia di San Giuliano, nessuna attenzione viene rivolta a garantire la sicurezza delle future generazioni.
Quello che segue è un reportage fotografico sullo stato di completo abbandono in cui versa l’ennesima “OPERA PUBBLICA INCOMPIUTA”: il fantomatico “CENTRO SERVIZI TERRITORIALI PER L’ARTIGIANATO E L’AGRICOLTURA” che si trova lungo la variante alla S.S. 17 nel Comune di Forlì del Sannio.
Chiamata anche “OPIFICIO DEL GUSTO” (???), la prima pietra di questa scellerata opera fu posata ormai oltre sei anni fa come si può verificare cliccando qui ma che oggi si trova nel degrado più assoluto.
Soldi per le scuole sicure non si trovano mai ma per sperperarli in questo modo si trova sempre la via “giusta”.
E quante altre “opere” sono nelle stesse condizioni fra tutte le amministrazioni locali del Molise???
Mediate gente, meditate… e quando tornerete a votare (se ancora ve lo permetteranno) pensate bene prima di mettere la croce su uno dei simboli che troverete sulla scheda…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *